LA NOSTRA PRIMAVERA

La nostra primavera: ecco una breve presentazione della “collezione primaverile” di Frassinelli, che con l’inizio di aprile ha già visto uscire i primi titoli.

 

«Dimmi cosa non riesci a dimenticare, e ti dirò chi sei» è una delle frasi che meglio rappresentano il romanzo di esordio dell’americana Julie Buntin, “L’amica perduta e ritrovata” (uscito il 3 aprile), uno dei libri più apprezzati dalla critica statunitense nel 2017. Dal “New York Times” a “Rolling Stone”, sono stati moltissimi i critici americani a paragonare Julie Buntin ad Elena Ferrante, mentre Loredana Lipperini ha parlato su “La Repubblica” di “Thelma e Louise all’epoca dei social network”. #JulieBuntin #AmicaPerdutaERitrovata

 

«Si può scrivere un romanzo sull’amore, sui suoi molteplici e irrazionali volti, senza trasformarlo in un banale romanzo d’amore?» Inizia così l’aletta di copertina che Cristian Mannu ha scritto per “Lunissanti”, il terzo attesissimo romanzo di Anna Melis, in libreria dal 17 aprile. «Una trama fitta e convincente di emozioni e vicende, che nei personaggi di Ada e Lauretta (di cui il lettore non potrà mai più dimenticarsi) trova le sue creature più tormentate e belle.» #AnnaMelis #Lunissanti

 

«Un tempo i terroristi sparavano ai computer. Poi hanno capito che sono più micidiali di un mitra. Enrico Pedemonte coniuga violenza, politica e tecnologia in un thriller letterario di grande intensità.» Così Gianni Riotta, che ha letto in anteprima “La seconda vita”, il romanzo di Enrico Pedemonte che racconta di anni appassionati, di vite segrete e in pericolo, di parole difficili che passano da un padre a un figlio per arrivare alla lealtà di uno struggente congedo.

Dal 15 maggio in libreria. #EnricoPedemonte #LaSecondaVita

 

Un’isola oppressa dall’assolutismo di un potere vuoto, una popolazione che accetta passivamente le regole che le vengono imposte, terrorizzata dai diversi.

Una malattia pericolosa e contagiosa che deve essere arginata a tutti i costi: i sogni.

The Weaver. La tessitrice”, secondo romanzo di Emmi Itaranta (dopo “La memoria dell’acqua”), si presenta come una commistione di generi letterari diversi perfettamente dosati e calibrati: fantasy, apocalittico, romanzo di formazione e thriller s’intrecciano e formano un arazzo perfetto in sé, e dietro il quale si percepisce l’immagine contemporanea e reale di un mondo che si sta distruggendo con le proprie mani. Dal 5 giugno.

#EmmiItaranta #TheWeaver #LaTessitrice

 

 

0004800FAU.JPG Melis Anna »EMMI ITARANTA Emmi Itaranta »
Leggi anche...